CASATIELLO ARTIGIANALE NAPOLETANO

New product

Prodotto secondo l'antica ricetta tramandata di generazione in generazione, il Casatriello Napoletano viene lavorato a mano, utilizzando solo ingredienti di origine protetta D.O.P. di primissima scelta, che ne fanno un prodotto dal gusto sopraffino e di altissima qualità.

Conservazione: in luogo fresco

Durata di conservazione: 7-10 giorni dalla data di produzione

Maggiori dettagli

Disponibile

22,73 €

Dettagli

Le origini del Casatiello Napoletano

Le origini del Casatiello vanno ricercate in quelle del pane, perché di pane si tratta. Il fatto che in Campania pastiera e casatiello caratterizzassero le celebrazioni conviviali della Pasqua è documentato sin dal 1500 nell’opera di Giovanni Battista Del Tufo "Ritratto o modello delle grandezze, delizie e meraviglie della nobilissima città di Napoli", con una breve composizione in lode del Casatiello intitolata “Usanza pasquali e cassatelli napoletani”:

“A Pasqua poi non son più dolci quelli chiamati cassatelli cotti con uova, cacio e provature, zucchero fino, acqua di rose e fiori, e con altra mistura, come si fanno allor per ogni canto la sera al tardi del Sabato Santo”.

Nella tradizione di Napoli e dintorni fino alla seconda guerra mondiale, per la Pasqua c'era l'usanza tra fidanzati di scambiarsi un dono gastronomico come pegno d'amore, lui offriva un uovo di cioccolato e fiori e lei ricambiava con il casatiello.

L’area storica è l’Agro Atellano ed in particolare nel comune di Sant'Arpino in provincia di Caserta il quale ne rivendica il diritto a celebrarne i natali, ottenendone la Denominazione di Origine Controllata come tipica specialità dei suoi artigiani.

Ingredienti e preparazione

Al centro della farina a "fontana" (circa 500 gr) si mettono 40 grammi circa di lievito temperato in acqua tiepida, sale, pepe, e 50 gr circa di sugna. Si impasta a mano lavorando energicamente la pasta facendola poi lievitare al coperto e lasciando che raddoppi il suo volume. Si lavora poi formando un cerchio chiuso al fine di introdurci 100 gr di sugna, 500 gr di salame napoli,  pancetta rustica, pecorino Romano e Parmigiano. Si avvolge poi il tutto strappando l'impasto e creando un rotolo da sistemare in una teglia tonda unta di sugna. Si inseriscono all'interno sei uova crude fermandole con listerelle incrociate di pasta tenuta da parte. Si lascia lievitare a lungo e si cuoce in forno per circa 40 minuti a 175° finche la superficie si presenta dorata e croccante.

Reviews

9 altri prodotti della stessa categoria:

Related articles on blog