Speciali

• Vini

Vini della Campania

La Campania vanta di una ricca tradizione vinicola, che risale ai tempi della colonizzazione degli antichi greci. A causa della presenza di un clima molto mite e di un territorio prevalentemente collinare, questa regione è molto adatta alla coltivazione di diversi tipi di vitigni, dai quali si ottengono sia vini bianchi che r...

Vini della Campania

La Campania vanta di una ricca tradizione vinicola, che risale ai tempi della colonizzazione degli antichi greci. A causa della presenza di un clima molto mite e di un territorio prevalentemente collinare, questa regione è molto adatta alla coltivazione di diversi tipi di vitigni, dai quali si ottengono sia vini bianchi che rossi. Grazie al pregio e alle caratteristiche organolettiche dei vini della Campania, sono state identificate e classificate circa venti zone tra DOCG, DOC e IGT.

Più

• Vini Ci sono 74 prodotti.

Sotto-categorie

  • Vini Rossi Campania
  • Vini Bianchi Campania
  • Vini Rosati Campania

    Vini rosati campani

    I vini rosati della Campania provengono soprattutto dalla Costiera Amalfitana e dal napoletano, in particolare dalle zone limitrofe del Vesuvio. Il più conosciuto è senza dubbio l'Aglianico, un vino dal colore rosa e dal sapore secco, fresco ed armonico. Molto pregiato è anche il rosato targato Lacryma Christi del Vesuvio: dal colore rosa più o meno intenso, ha un odore gradevolmente fruttato e un sapore asciutto e armonico. Entrambi sono ottimi accompagnatori per primi piatti e secondi di carne.

  • Spumanti Campania

    Spumanti campani

    Gli spumanti campani sono una bevanda molto piacevole, da gustare in qualsiasi periodo dell'anno. A seconda del metodo di spumantizzazione adottato, possiamo avere diversi tipi di spumante. Il primo metodo è quello classico, che avviene in bottiglia, in modo da permettere al vino di restare a contatto con i lieviti più a lungo. Il secondo metodo è quello Martinotti, che prevede una fermentazione in autoclave e consente di conservare gli aromi primari e di ottenere vini più giovani e versatili.

  • Vini Passiti Campani

    Vini passiti campani

    Grazie alla presenza di numerosi vitigni su tutto il territorio, la Campania oggi vanta una ricca produzione di vini passiti. Il clima mite della regione permette all'uva di appassire naturalmente sulle piante, anche se molto spesso questo processo viene prolungato ponendo i frutti in cantine ben ventilate o su graticci esposti al sole. In questo modo, ha luogo un'alta concentrazione non solo di zuccheri e di alcool, ma anche di profumi e sostanze estrattive.

per pagina
Mostrando 1 - 24 di 74 articoli
Mostrando 1 - 24 di 74 articoli

I migliori vini della Campania

La Campania è la "tibia" dello stivale italiano, al quale è fissato grazie al suo capoluogo di regione, Napoli. Il suo nome deriva da una frase latina Campania felix, che significa grosso modo "terra felice". La regione presenta diverse testimonianze storiche che riguardano il vino e la vite, risalenti al XII secolo a. C., ed è una delle più antiche regioni vinicole d'Italia. La notevole influenza degli antichi imperi, tra cui i Greci, i Romani e i Bizantini, ha tramandato diverse leggende storiche legate alle diverse varietà di vino di questa zona. La Campania è anche famosa per la produzione del Falerno, uno dei vini più antichi d'Italia.

La Campania, come molte regioni italiane, ospita una serie impressionante di vitigni, alcuni dei quali non si trovano in nessun altro luogo della terra. La sua varietà più importante è senza dubbio l'Aglianico, il vitigno che ha reso famosa la regione grazie a due vini rossi: il Taurasi e l'Aglianico del Taburno. L'Aglianico rosso del beneventano è stato introdotto in zona dai Greci e poi è stato coltivato dai Romani.

Sono molto importanti anche le varietà di vino bianco come il Fiano di Avellino e il Greco di Tufo. Il Fiano è stato utilizzato per più di 2000 anni ed inizialmente veniva chiamato Vitis apiana (dal latino "vite delle api"). Il nome del vino Greco è un po' più evidente, perché indica le sue origini greche. Un altro tipo di uva bianca è la Falanghina del beneventano, che costituisce la colonna portante dei vini Falerno del Massico e Galluccio. L'infinita dolcezza dei vini Falanghina ha guadagnato l'elogio dell'antico scrittore e filosofo Plinio il Vecchio, che è stato accreditato da alcuni come il creatore della frase in vino veritas (nel vino è la verità).

Accanto alle varietà più importanti appena riportate, ci sono dei vini poco conosciuti. Questi includono il Biancolella e il Forastera, che insieme sono i principali vini bianchi di Ischia. Lungo la costiera amalfitana si possono trovare i vini Ravello e Furore, che si distinguono per l'inclusione di varie tipologie di uva locale come Fenile, Ripolo, Pepella e Ginestra. Infine, nella pianura di Aversa, la varietà di uva Asprinio, che produce un vino bianco frizzante o secco, dà il suo nome all'Asprinio di Aversa DOC.